Guerini a carabinieri: prime vittime fatti Piacenza siete voi -2-

Red/Cro/Bla
·1 minuto per la lettura

Roma, 23 lug. (askanews) - "Ho condiviso tutte le iniziative in relazione ai provvedimenti che il generale Nistri ha avviato, per approfondire tramite un'inchiesta interna se vi sono stati elementi di criticit nei controlli e pi complessivamente nell'organizzazione della realt territoriale. Un lavoro che verr fatto in maniera molto esigente e molto scrupolosa. Voglio che non vi sia alcuno spazio di ambiguit e di sospetto che possa alimentare, anche minimamente, da parte dei cittadini sfiducia verso l'Arma dei Carabinieri", ha aggiunto Guerini. "Questo il motivo per cui ho voluto essere qui con voi oggi: ribadire a tutti i cittadini italiani che l'Arma dei Carabinieri un presidio di legalit. Le prime vittime di questi fatti gravissimi siete voi, 110.000 uomini e donne che vestite questa uniforme con impareggiabile dedizione, generosit e sacrificio" ha sottolineato il ministro. "L'Arma dei Carabinieri e il ministero della Difesa hanno dato piena disponibilit alla magistratura affinch tutto ci che deve essere verificato sia verificato, per fare chiarezza. I fatti di Piacenza per come sono emersi sono gravissimi e inauditi. Ed ancor pi grave che questi fatti siano avvenuti durante l'emergenza sanitaria, in un momento in cui Forze Armate e Forze dell'Ordine erano impegnate con ogni sforzo a dare supporto ai cittadini. Un momento in cui l'Arma ha perso 10 dei suoi Carabinieri, vittime del Covid. Inammissibile che mentre la totalit dell'Arma combatteva in un momento cos delicato a servizio dei cittadini, altri commettessero simili azioni, indegne per chi indossa l'uniforme dei Carabinieri", ha concluso.