Guerini: l'Italia resta in Iraq, evitare passi indietro

A24/Pca

New York, 31 gen. (askanews) - "L'Italia ha deciso di restare in Iraq", perché tenere le truppe nel Paese "è un punto di partenza per evitare passi indietro" e "preservare i risultati ottenuti nella lotta contro il terrorismo". Lo ha detto il ministro della Difesa italiano, Lorenzo Guerini, durante la conferenza stampa al Pentagono con il segretario alla Difesa statunitense, Mark Esper. "Abbiamo avuto uno scambio di opinioni molto positivo" ha aggiunto Guerini. L'Italia sta aiutando gli Stati Uniti "a lavorare per un Iraq stabile e sovrano", ha detto Esper.