Guerra dei consolati tra Cina e Usa, Pechino forse chiuder Chengdu -3-

Mos
·1 minuto per la lettura

Roma, 23 lug. (askanews) - Un rapporto realizzato dall'FBI, di cui venuto in possesso il New York Times, ha denunciato il fatto che questa sede diplomatica ha tentato di trasferire illegalmente informazioni sulle ricerche mediche oltre a provare di reclutare talenti e convincere oltre 50 riceratori, professori e accademici dell'area a fornire notizie per la Cina, oltre a tentare di costringere fuggitivi dalla Repubblica popolare a consegnarsi. Il presidente Usa Donald Trump, dal canto suo, intervenendo ieri, ha detto che "sempre possibile" che venga ordinata la chiusura di altri consolati cinesi negli Stati uniti. Quelli rimasti, oltre all'Ambasciata a Washington e all'Ufficio presso le Nazioni unite, sono a New York, Los Angeles, Chicago e San Francisco. Non escluso che il prossimo su cui si abbatter la mannaia americana sia quello di San Francisco, dove l'FBI sospetta che si nasconda la ricercatrice Tang Juan, ricercata dalle autorit americane perch ha nascosto il fatto di essere un'appartenente alle forze armate cinesi. Secondo la CNBC, la biologa avrebbe ottenuto un visto per fare ricerca presso l'Universit della California, ma in seguito i detective dell'agenzia di sicurezza americana avrebbero rinvenuto in rete delle sue foto con la divisa militare. Ed cos partito un mandato di arresto e di sequestro delle sue apparecchiature elettroniche. Il Ministero degli Esteri di Pechino, dal canto suo, non ha detto dove si trova Tang, ma ha lamentato la "persecuzione politica" americana nei confronti degli studenti e degli studiosi cinesi.