Guerra (Oms): "Forza del virus non è cambiata"

webinfo@adnkronos.com

"La lezione che abbiamo appreso è pesantissima. Non è cambiata la forza o la pericolosità del virus, è cambiato il contesto". Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), si esprime così a DiMartedì su La7. "Fermiamo prima i casi e abbiamo fermato l'epidemia. La trasmissibilità del virus non si espande, si contrae. Questo è il prodotto del lockdown, che ha determinato un crollo nella capacità del virus di riprodursi", afferma. 

"Ci sono 75mila genotipi caricati su una piattaforma. Ci sono modifiche che non hanno niente a che fare con la capacità di infettare", aggiunge. "Ci sono modifiche del genoma virale, l'arrivo del caldo sta aprendo altri scenari di trasmissione e il problema sarà l'arrivo dell'autunno. Il problema sarà alla ripresa della stagione autunnale e invernale, con la possibilità del virus di darci qualche sorpresa. Il vaccino influenzale toglierà i rumori di fondo e ci consentirà di concentrarci sul virus", prosegue.