Guerra Ucraina, anche il CEO di Netflix finisce nel mirino delle sanzioni russe

Russia sanziona CEO Netflix
Russia sanziona CEO Netflix

Anche il CEO della piattaforma di streaming Netflix è finito delle sanzioni messe in atto dal governo di Mosca. Il provvedimento va così a configurarsi come una contromisura in risposta alle precedenti sanzioni del mondo occidentale. Stando a quanto si apprende, sono 61 gli statunitensi attualmente nella lista nera di Mosca e tra questi sono inclusi anche i CEO di BlackRock e di Delta Airlines.

Russia sanziona il CEO di Netflix: qual è il motivo

Stando a quanto si apprende il provvedimento nei confronti dell’AD di Netflix  arriva dopo che la piattaforma di streaming aveva deciso di interrompere il servizio ai cittadini russi. Tale misura prevede una “linea di arresto” nonché il divieto per un periodo indeterminato di viaggiare all’interno del territorio russso.

Chi sono le altre persone inserite nella lista nera di Mosca

La lista nera di Mosca è però molto lunga. Segnaliamo infatti che, oltre alle sopracitate persone, le sanzioni riguarderanno alti funzionari quali il direttore del Consiglio economico della Casa Bianca Brian Deese, il ministro dell’Energia Jennifer Granholm, la segreteria del Tesoro Janet Yellen o ancora il presidente della Universal Pictures Peter Cramer, quest’ultimo per aver sospeso l’uscita dei film nelle sale realizzati in Russia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli