Guerra Ucraina, la Russia è in recessione: il PIL ha un'inflessione del -4% nel terzo trimestre

Guerra Ucraina Russia recessione
Guerra Ucraina Russia recessione

Dopo aver registrato nel secondo trimestre del 2022 un’inflessione del -4,1%, la Russia ha  avuto una ulteriore perdita del -4% sul PIL anche nel terzo trimestre. Lo ha fatto sapere l’agenzia Rosstat. In virtù di ciò la Russia di Vladimir Putin è entrata in recessione. Le difficoltà economiche del Paese – si apprende – stanno toccando diversi settori a cominciare dal commercio al dettaglio o ancora l’industria manifatturiera.

Guerra in Ucraina, la Russia è in recessione

Stando a quanto fa sapere l’agenzia Rosstat e quanto riporta “Il Sole 24 ore”,  settori quali il commercio all’ingrosso e il commercio al dettaglio hanno perso rispettivamente il -22,6% e il -9,1%. In difficoltà anche il trasporto merci (perdita del -5,5%) così come il comparto manifatturiero la cui curva ha subito una riduzione del -2%.

Quali sono i settori ” in buona salute

Al netto dei diversi comparti dell’economia russia che in qualche modo sono in “caduta libera”, ce ne sono anche alcuni che stanno crescendo. Si tratta più nel dettaglio dell’agricoltura che è stata interessata da una crescita del 6,2% e dell’edilizia. Anche in questo ultimo caso la curva ha segnato un buon +6,7%. Non ultimo, la Banca Centrale Russa aveva previsto lo scorso 8 novembre che per tutto il 2022 il calo del PIL dovrebbe essere pari al -3,5%.