Guerra in Ucraina, l'analisi di Lucio Caracciolo

guerra Ucraina Lucio Caracciolo
guerra Ucraina Lucio Caracciolo

Il presidente russo Vladimir Putin non sembra intenzionato a porre fine al conflitto nella vicina Ucraina. Al contrario, l’invio di nuove armi agli uomini di Zelensky da parte degli occidentali potrebbe essere la causa di una nuova tensione tra le due controparti. Intanto non si fermano le voci (mai confermate) sullo stato di salute di PutinLucio Caracciolo, uno degli esperti che meglio analizza la situazione in Ucraina, ha ribadito la necessità di individuare le giuste strategie per arrivare alla pace, ricordando di non “girare attorno a una persona che magari tra qualche mese o anno non ci sarà più”.

Guerra in Ucraina, l’analisi di Lucio Caracciolo

Ospite a “Otto e mezzo”, famoso programma di La7, Caracciolo ha commentato la tensione tra il Governo italiana e l’ambasciata russa, che ci ritiene responsabili di una propaganda contro Mosca.

In Europa siamo storicamente uno dei paesi più filorussi, indipendentemente da questa guerra. Vedere l’Italia su un fronte ostile è uno choc per loro e magari sanno che insistendo possono ottenere qualcosa. Dopo oltre 100 giorni vediamo che gli effetti di questa propaganda sono più negativi che positivi, d’altronde il soft power non è la specialità dei russi. L’aspetto positivo è che dopo molta propaganda, da tutte le parti, la nebbia si sta alzando, si vedono le cose e cominciano le cose. Forse questo può aprire la strada alla pace, ha dichiarato l’esperto.

Quindi ha sottolineato: Dovremmo parlare di come si arriva alla pace. Io voglio capire cosa vuole Putin e cosa vogliono i russi. Questa non è solo la guerra di Putin, ma di aggressione della Russia all’Ucraina. È inutile girare attorno a una persona che magari tra qualche mese o anno non ci sarà più. Quindi cerchiamo di capire cosa vuole la Russia, piuttosto che occuparci di un solo personaggio, per cercare di arrivare alla pace”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli