Guerra Ucraina-Russia, Vescovi: "Fare tacere le armi"

(Adnkronos) - Rispetto al dramma della guerra che in Ucraina continua a seminare morte e distruzione, i Vescovi, al termine dell’Assemblea generale, "hanno evidenziato l’importanza di far risuonare, con voce unanime e coraggiosa, il 'no' al conflitto e la volontà di costruire insieme la pace, facendo tacere le armi".

"A questo proposito - spiega la Cei - i Vescovi hanno condiviso l’appello 'Per una Repubblica libera dalle armi nucleari' firmato nella scorsa primavera da oltre 40 presidenti nazionali di associazioni cattoliche che più volte si sono espresse in merito alle armi nucleari e all’adesione del trattato Onu, che l’Italia non ha ancora ratificato".

"La riflessione sui conflitti si è allargata alla situazione dei profughi e dei migranti, in particolare alla tragedia dei lager di detenzione, luoghi di morte e sopraffazione: i Vescovi hanno espresso una denuncia netta, ricordando l’urgenza di attuare politiche migratorie adeguate, rispettose della dignità umana", spiegano i Vescovi al termine dell’Assemblea generale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli