Guerriglia in Messico, "arrestato figlio di El Chapo"

webinfo@adnkronos.com

Caos a Culiacan, dove le forze di sicurezza messicane hanno avuto un violento scontro a fuoco con gli uomini del cartello della droga di Sinaloa a seguito di un'operazione che, secondo alcuni media, avrebbe portato all'arresto di Ovidio Guzman Lopez, figlio del narcotrafficante Joaquin 'El Chapo' Guzman. 

Secondo quanto riportato dalla 'Cnn', le autorità federali messicane hanno arrestato il 28enne, con il segretario alla Sicurezza locale, Cristoban Castanillo, che ha parlato di "un'operazione coordinata a livello federale". 

Stando all'emittente, non è chiaro se Ovidio Guzman Lopez rimanga in custodia. I suoi uomini, nel tentativo di liberarlo, avrebbero sparato con armi di grosso calibro contro le forze di sicurezza, che in seguito hanno sospeso le operazioni. A causa degli scontri a fuoco molti abitanti di Culiacan sono fuggiti, altri sono rimasti chiusi nelle loro case. Ai residenti è stato chiesto di mettersi al sicuro e le scuole sono state chiuse fino a nuovo avviso.