Guglielmino (Siru): fumo sigaretta danneggia fertilità uomini e donne

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 31 mag. (askanews) - "Il fumo può distruggere il sogno di diventare mamma e papà, naturalmente o anche con l'aiuto delle tecniche di procreazione assistita". È il messaggio lanciato da Antonino Guglielmino presidente della Società italiana di riproduzione umana (SIRU), in occasione della Giornata mondiale contro il tabacco che si celebra oggi in tutto il mondo. La combustione del tabacco di sigaretta produce circa 4000 sostanze, molte delle quali nocive alle cellule riproduttive maschili e femminili. "Il fumo, quindi, può ridurre la fertilità sia delle donne che degli uomini", spiega Guglielmino. "Si stima che circa il 13% dell'infertilità femminile dipende dal fumo che è molto dannoso per le ovaie: maggiori sono le sigarette che si fumano e la durata di questa cattiva abitudine, e minori sono le possibilità di concepire", aggiunge. Allo stesso modo le sostanze chimiche sprigionate dalla combustione del tabacco danneggiano la fertilità maschile già nella fase di produzione degli spermatozoi. "Per aumentare le chance di diventare papà è bene abbandonare le sigarette", sottolinea il presidente della SIRU. Secondo Guglielmino, "il primo vero atto d'amore di un genitore verso i propri figli".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli