Guidava ubriaco contromano in autostrada

Polizia
Polizia

Guidava un tir contromano in autostrada e hanno dovuto fermarlo con un’auto di traverso. Aveva un tasso alcolemico superiore di cinque volte quello consentito dalla legge per guidare un’auto.

Ubriaco sul tir contromano: fermato con un’auto di traverso

Guidava un tir contromano in autostrada e, nonostante la polizia lo stesse inseguendo, non si è fermato. Nel sangue aveva un tasso alcolemico cinque volte superiore a quello consentito dalla legge per guidare un’auto, ovvero 0,5 grammi per litro di sangue. Per gli autisti professionisti il tasso deve sempre essere 0. La polizia ha deciso di “sacrificare” una vettura e gli agenti sono riusciti a fermarlo solo piazzando un’auto di traverso. In questo modo sono riusciti a salire sulla cabina e a bloccarlo. Il fatto è accaduto domenica 7 agosto lungo l’autostrada Brebemi.

Il piano di emergenza

Quando il mezzo pesante è stato segnalato era diretto a forte velocità verso Brescia. Una pattuglia di Chiari lo ha intercettato, ma senza riuscire a farlo rallentare. Quando hanno capito che non si sarebbe fermato è subito scattato il piano di emergenza. Altre pattuglie hanno chiuso la barriera di Chiari Est in ingresso e una pattuglia ha sbarrato la strada al camion, mentre gli agenti hanno incolonnato i veicoli degli altri automobilisti in una zona defilata e hanno fatto scendere le persone dalle vetture per portarle al riparo oltre una barriera di cemento. Il tir è piombato a tutta velocità contro l’auto della polizia, distruggendola, ma rallentando abbastanza perché un agente riuscisse a salire in cabina e bloccare il camionista, un 22enne ucraina con un tasso alcolemico di 2,62, cinque volte oltre il massimo.