Guido Crosetto: “Matteo Salvini ha difeso Trump perché pensa ai voti”

salvini crosetti

Guido Crosetto è stato un esponente di spicco di Fratelli d’Italia e ha sempre rimarcato la distanza dalla Lega e da Matteo Salvini. Ancor di più nel momento in cui il leader del Carroccio ha difeso Trump nella sua azione contro l’Iraq e in particolare nella decisione di lanciare una bomba all’aeroporto di Baghdad per uccidere il generale Qassem Soleimani. Secondo Crosetto, infatti, Salvini ha agito per un solo scopo.

Guido Crosetto contro Matteo Salvini

Matteo Salvini ha sostenuto l’azione di Donald Trump contro Baghdad “perché pensa solo ai voti“: così si è espresso Guido Crosetto, esponente di Fratelli d’Italia. Infatti, mentre l’ala estremista di Giorgia Meloni ha condannato l’assalto brutale, il leader del Carroccio ha invece invitato le donne e gli uomini a “ringraziare il presidente Trump e la democrazia americana per aver eliminato Soleimani“. Il generale, secondo Salvini, era “uno degli uomini più pericolosi e spietati al mondo, un terrorista islamico, un nemico dell’Occidente, di Israele, dei diritti e delle libertà”. Fratelli d’Italia, nelle parole della leader, ha invitato ad evitare nella “complessa questione mediorientale” uno scontro tra “tifoserie da stadio”.

Guido Crosetto quindi ha le idee chiare sulla mossa di Matteo Salvini: “Spesso i tweet vengono fatti per prendere voti, mica per fare ragionamenti” ha attaccato. “Acquisire consensi – rincara ancora Crosetto – non ha nulla a che fare con la complessità. Salvini avrà capito che conveniva di più appoggiare Trump“. Infine: “Non divido il mondo in amici o nemici, non faccio il tifoso, non metto in dubbio il nostro ruolo nell’Alleanza atlantica, ciò non toglie che si possano non capire determinate azioni, specie se possono avere conseguenze inaspettate e dannose”.