Guido Rasi: "Non sarà un Natale normale"

·1 minuto per la lettura
European Medicines Agency's (EMA) Executive Director Guido Rasi attends the 'Harnessing new technologies in healthcare for outcomes', an industry side event to the G7 Health Ministerial Meeting in Milan, Italy, Monday, Nov. 6, 2017. (AP Photo/Luca Bruno) (Photo: via Associated Press)
European Medicines Agency's (EMA) Executive Director Guido Rasi attends the 'Harnessing new technologies in healthcare for outcomes', an industry side event to the G7 Health Ministerial Meeting in Milan, Italy, Monday, Nov. 6, 2017. (AP Photo/Luca Bruno) (Photo: via Associated Press)

Il Natale 2021 potrebbe essere migliore di quello 2020, ma non sarà normale: lo ha detto il microbiologo Guido Rasi, consulente del Commissario all’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo, nel programma di Radio1 ’Sabato anch’io”. “Siamo molto a rischio, siamo in un equilibrio molto precario”, ha osservato riferendosi all’attuale situazione epidemiologica. “Se saremo molto disciplinati in questo mese che rimane, potremo avere un Natale migliore di quello dell’anno scorso, ma normale direi di no”.

“La variante delta e la quarta ondata non risparmieranno i bambini2, ha poi ricordato. “Il vaccino serve a proteggere loro stessi - ricorda Rasi - è questo il grido di dolore lanciato dai pediatri”. E sul nuovo booster, assicura che la terza dose dovrebbe essere l’ultima: “Per gli immunologi - ricorda - il ciclo completo di solito prevede tre dosi. Se non ci saranno altre varianti, con la terza dose dovremmo essere a posto”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli