Guinea Bissau, capo opposizione vince elezioni presidenziali

BOL

Roma, 1 gen. (askanews) - Il leader dell'opposizione Umaro Sissoco Embalo ha vinto le elezioni presidenziali nello stato dell'Africa occidentale della Guinea-Bissau, raccogliendo il 53,55% dei voti. Lo ha annunciato oggi la Commissione elettorale nazionale (CNE), secondo quanto riporta la Afp. Il suo rivale Domingos Simoes Pereira, capo dello storico partito al potere PAIGC, ha ottenuto il 46,45% nel deflusso di domenica.

Embalo prende il posto di Jose Mario Vaz, che è salito al potere nel 2014 nella speranza di stabilizzare un paese noto per colpi di stato e omicidi da quando ha ottenuto l'indipendenza dal Portogallo nel 1974. Ma il suo mandato è stato ostacolato da un confronto paralizzante con il parlamento sotto il sistema politico semi-presidenziale del paese.

Il CNE ha segnalato un'affluenza pari al 72,67%, praticamente identica al primo turno di votazioni del 24 novembre, che Pereira ha vinto con il 40,1% contro il 28% per Embalo.

Embalo, 47 anni, è un generale di brigata di riserva che è uso indossare come copricapo una kefiah araba rossa e bianca. Come Pereira, è anche un ex primo ministro, in servizio sotto Vaz tra il 2016 e il 2018, prima di rappresentare il Madem, un partito formato dai ribelli PAIGC.