Hacker Corea del Nord hanno tentato di rubare dati vaccino Pfizer - Corea del Sud

·1 minuto per la lettura
Una fiala e una siringa davanti al logo Pfizer

SEOUL (Reuters) - Secondo l'agenzia di intelligence della Corea del Sud, la Corea del Nord ha cercato di rubare informazioni sui vaccini e le cure contro il coronavirus attraverso un attacco hacker contro Pfizer.

Lo ha riferito un parlamentare informato dall'agenzia.

Lo spionaggio digitale contro le autorità sanitarie, gli scienziati e le case farmaceutiche coinvolte nello sviluppo dei vaccini è fortemente aumentato durante la pandemia di Covid-19, con gruppi di hacker appoggiati dallo stato che tentano di ottenere le ultime ricerche e informazioni sull'epidemia.

Ha Tae-keung, un membro dell'opposizione del comitato d'intelligence parlamentare, ha affermato che il gigante farmaceutico risulta tra gli enti colpiti da un attacco hacker nel tentativo di rubare informazioni su vaccini e cure.

"Ci sono stati tentativi di furto di tecnologie per vaccini e cure contro il Covid durante gli attacchi hacker, e Pfizer è stata hackerata", ha detto.

Parlando alla stampa dopo un briefing da parte dell'agenzia, Ha non ha specificato le tempistiche dell'attacco o il suo possibile successo, secondo una trascrizione delle sue dichiarazioni visionata da Reuters.

La segreteria di Ha Tae-keung ha confermato le sue dichiarazioni, senza fornire ulteriori dettagli.

Gli uffici di Pfizer in Asia e in Corea del Sud non hanno commentato nell'immediato.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Sabina Suzzi, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)