Hai Shoulian era diventato uno dei volti più conosciuti della galassia no vax e non green pass

·2 minuto per la lettura
Hai Shaulian durante una manifestazione
Hai Shaulian durante una manifestazione

In Israele, muore di covid Hai Shoulian, il leader indiscusso dei no vax del paese, nonostante fosse malato e il virus fosse per lui un’amara evidenza aveva continuato a pubblicare video contro i vaccini anche dall’ospedale. Shoulian era diventato uno dei volti maggiormente conosciuti delle proteste che anche in Israele i no vax stanno mettendo in atto da mesi contro le misure del governo e contro i sieri anti covid.

Muore il leader dei no vax: positivo al covid è spirato ad Holon

L’uomo è morto ieri, 23 settembre, presso il al Wolfson Medical Center di Holon, la cittadina dell’area metropolitana di Tel Aviv dove era nato. I media locali spiegano che a stroncare la vita di Shoulian sarebbero le complicazioni legate al coronavirus. Ma queste complicazioni e soprattutto il manifestarsi del virus nel suo organismo non avevano impedito a Shaulian di pubblicare sui social network un video proprio dall’ospedale che era smentita iconica delle sue convinzioni.

Muore Hai, l’ultimo video del leader dei no vax

Hai ha scelto la via di una sorta di “martirio pubblicistico” e, con un oggettivo gran coraggio, non si è affatto pentito delle sue convinzioni ed ha lasciato una sorta di “testamento spirituale” mentre era attaccato al ventilatore polmonare e al tubo dell’ossigenoterapia. Ecco alcuni frames dell’ultimo discorso di Shoulian: “Cari amici, le mie condizioni sono estremamente critiche, non posso parlare o rispondere alle persone. Non ho ossigeno e non riesco a stabilizzarmi. Mi sono svegliato questa mattina bagnato fradicio come se qualcuno avesse lanciato diversi secchi d’acqua. Mi ci è voluta circa un’ora per capire chi sono, dove sono e cosa ci faccio qui. La mancanza di ossigeno è una cosa orribile”.

L’appello del leader dei no vax che muore di covid

Tuttavia ad un certo punto Shoulian ha fatto una cosa che, al di là del giudizio etico sulle sue convinzioni e sulle evidenze scientifiche che lo stesso Shoulian negava, ha una indubbia vernice di coraggio: ha esortato i sui sostenitori a non fermarsi e a non cessare di protestare contro l’obbligo vaccinale: “Lo stato agisce con metodi coercitivi criminali contro di noi. Non arrendetevi! Il Green pass non verrà introdotto in Israele, non ha nulla a che fare con il Coronavirus e non ha nulla a che fare con i vaccini, ma ha che fare con la coercizione”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli