“Hai un cancro al seno”, fa mastectomia e chemio ma si erano sbagliati

tumore al seno

Aveva 28 anni quando le è stato diagnosticato un tumore al seno triplo negativo metastatico, il più difficile da trattare e quindi da estirpare. Sarah Boyle si è così dovuta sottoporre ad una doppia mastectomia e vari cicli di chemioterapia ma circa un anno dopo l’inquietante scoperta. I medici si erano sbagliati, la donna in realtà non aveva niente.

“Errore umano”

“Sapere di avere un cancro mi sembrava orribile, ma ora, dopo il trattamento e la chirurgia, sentirmi dire che tutto questo non era necessario, è davvero un trauma enorme. Come se ciò non fosse abbastanza grave, ora sono preoccupata della possibilità di sviluppare davvero il cancro in futuro” racconta Sarah Boyle ai media britannici.

L’incredibile diagnosi errata è avvenuta al Royal Stoke University Hospital, un cui portavoce ha dichiarato: “Capiamo quanto sia stata devastante per Sarah e la sua famiglia. – ammettendo – Si è trattato di un errore umano“.

LEGGI ANCHE: Tumori, studio Iss su farmaco che addormenta cellule neoplastiche

La diagnosi

“Gli ultimi anni sono stati incredibilmente difficili per me e la mia famiglia” ha sottolineato la donna. La vicenda risale al 2016 quando Sarah Boyle si accorse che il figlio di sei mesi, Teddy, rifiutava di attaccarsi al seno destro. Dopo essersi sottoposta ad una biopsia, l’errata e terribile diagnosi. Pare infatti che il campione sia stato registrato in maniera errata.

Ciò che è ancor più incredibile è che le cure siano partite senza fare ulteriori accertamenti. Ora l’ospedale universitario di North Midlands rischia una severa condanna ed un maxi risarcimento.