Haiti, polizia: squadrone della morte stranieri ha ucciso Moise

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 lug. (askanews) - Uno squadrone della morte composto principalmente da ex soldati colombiani e da due americani di origine haitiana è responsabile dell'assassinio del presidente di Haiti Jovenel Moïse, lo ha annunciato la polizia aggiungendo 17 sono stati già arrestati mentre altri otto restano in fuga.

Il capo della polizia di Haiti ha spiegato che gli altri sospetti sono stati uccisi negli scontri a fuoco seguiti all'agguato nella capitale Port-au-Prince.

Il gruppo di uomini armati ha fatto irruzione nella residenza del presidente, ha sparato a Moise uccidendolo e alla moglie Martine ferendola gravemente. La first lady si trova in Florida dove è stata curata ed è in condizioni stabili.

Non è ancora chiaro chi siano i mandanti dell'omicidio. Il premier ad interim Claude Joseph ha dichiarato alla Bbc che il capo di stato potrebbe essere stato messo nel mirino per la sua lotta agli "oligarchi" di Haiti. Lo stato di emergenza resta in vigore.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli