Haiti, rapito un italiano: chi è e cosa fa. La situazione

·1 minuto per la lettura
Haiti, rapito un italiano: chi è e cosa fa. La situazione (Photo by Valerie Baeriswyl / AFP) (Photo by VALERIE BAERISWYL/AFP via Getty Images)
Haiti, rapito un italiano: chi è e cosa fa. La situazione (Photo by Valerie Baeriswyl / AFP) (Photo by VALERIE BAERISWYL/AFP via Getty Images)

Un operaio italiano di 74 anni, G. C., è stato rapito ad Haiti. Era nel Paese per conto dell'azienda Bonifica spa, impegnata nella costruzione di strade. Lo si apprende da fonti informate.

Gli autori, che avrebbero già contattato la locale sede dell’azienda, agirebbero a scopo estorsivo. Sempre secondo le prime indiscrezioni sarebbe stata attivata l'Unità di crisi del Mae.

Insieme all'ingegnere italiano c'era anche un altro tecnico, di cui per ora si ignora la nazionalità, che potrebbe essere stato anch'egli sequestrato, sebbene al riguardo non ci siano conferme. Il rapimento è avvenuto quando i due stavano effettuando dei rilievi in un'area di intervento del progetto per conto della ditta Bonifica Spa. A fornire questi dettagli è l'ambasciatore d'Italia a Panama Massimo Ambrosetti, responsabile anche per Haiti dove pure è presente un console onorario.

"Haiti sta vivendo un'esplosione di rapimenti ed una condizione di insicurezza che condiziona tutta la popolazione", ha osservato l'ambasciatore Ambrosetti contattato telefonicamente dall'ANSA, per il quale la tipologia di questo rapimento è senz'altro la stessa di quella vista nei casi già avvenuti, ossia a scopo di estorsione.

TI POTREBBE INTERESSARE - Spettacolo in Islanda, il drone entra nel vulcano in eruzione

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli