Hanno copiato il portale Zorro.it

·2 minuto per la lettura
false assicurazioni online
false assicurazioni online

Un modus operandi già utilizzato più volte in passato ma che evidentemente riesce ancora a trovare terreno fertile. Centinaia di clienti sono stati truffati online attraverso la sottoscrizione di false assicurazioni. Colpa di un sito internet completamente clonato: un’opera fatta così bene che ai malcapitati sembrava di trovarsi sul portale ufficiale dell’azienda con cui volevano sottoscrivere la polizza.

false assicurazioni online
false assicurazioni online

A darne notizia è Fanpage.it che ha contattato direttamente il Ceo dell’azienda coinvolta come vittima in questa truffa online: si tratta del portale Zorro.it, popolare a Napoli poiché il testimonial è l’attore Biagio Izzo. Il sito di assicurazione truffatore, invece, si chiamava ‘Zorroassicurazioni’: che non si è limitato a copiare solo la grafica dell’azienda ufficiale, ma anche i dati della sede legale e tutto ciò che poteva servire come bigliettino da visita affidabile.

False assicurazioni online: come agivano

A fare chiarezza è il Ceo di Zorro.it, Raffaele Granata: “Diversi clienti ci hanno chiamato per dirci che l’assicurazione che avevano appena stipulato attraverso noi non risultava – rivela amareggiato – e così abbiamo scoperto l’esistenza di questo sito, con cui non abbiamo nulla a che fare e che ha rubato i nostri dati, comprese le indicazioni sulla ragione sociale. Ho provato a contattare quel numero di telefono, mi ha risposto un uomo, ma sono riuscito a ottenere solo insulti. E lui sta continuando a lavorare, truffando persone e facendo credere di essere noi“.

L’imprenditore, difeso dal legale Simone Ciro Giordano, ha già annunciato di aver sporto querela verso gli autori dell’ennesima truffa online. Il modo di operare dei truffatori è sempre lo stesso: il cliente richiede un preventivo online, il truffatore glielo assicura – in questo caso anche con un premio addirittura inferiore alla concorrenza per spingerlo a un pagamento veloce – e lo fa pagare come da copione tramite PostePay. Una volta incassato il denaro, però, chi ha truffato fa perdere le proprie tracce.