Hanno sparato a un prete a Lione. Arrestato un sospettato

·1 minuto per la lettura

È stato arrestato un uomo a Lione, in serata, e potrebbe essere colui che a metà pomeriggio ha sparato a un prete ortodosso, ferendolo gravemente. Lo scrive il sito web del quotidiano locale Le Progres, citando proprie fonti.

Secondo il quotidiano on-line, l'uomo corrisponde alla segnalazione diffusa dopo l'aggressione ed è stato arrestato in un kebab.

Il motivo dell'attaco ancora non è chiaro. La procura ha aperto un'inchiesta per tentato omicidio, ha fatto sapere che non esclude alcuna ipotesi ma per ora alla procura antiterrorismo non è stato affidato il caso. Il sindaco di Lione, Grégory Doucet, intanto si è recato sul luogo. 

Il sacerdote,di nazionalità greca, è stato ferito con un fucile a canne mozze intorno alle 17. L'aggressore ha colpito il religioso vicino la sua chiesa - a rue du Pere Chevrier, nel quartiere Jean Macé. La zona è stata isolata con un imponente dispiegamento di polizia. Gli abitanti sono stai invitati a tenersi lontano e seguire le istruzioni delle autorità, ha twittato il ministero dell'Interno.

Il sacerdote era "in procinto di chiudere la sua chiesa", ha riferito una fonte della polizia, ed è stato ricoverato in gravi condizioni. Secondo i media locali, era cosciente quando è stato soccorso e ha riferito di non conoscere il suo aggressore.

L'aggressione segue di appena tre giorni l'attacco alla basilica di Notre-Dame-de-l'Assomption a Nizza, in cui sono state barbaramente uccise tre persone. Il sacerdote avrebbe una quarantina d'anni, è sposato e ha dei figli: "Gli hanno sparato due volte all'addome", ora è in rianimazione, ha aggiunto la fonte.