Happisburgh, il paesino inglese che scompare nel mare del Nord

Un paesino sull'orlo del precipizio. Siamo a Happisburgh, nella contea inglese di Norfolk, un paesino medievale sulla costa orientale dell'Inghilterra che si sta sgretolando nel mare del Nord.

L'erosione costiera sta gradualmente inghiottendo le case lungo la strada, facendo passare notti insonni a chi è rimasto, come racconta Nicola Bayliss, una residente: "La casa trema di notte, a volte si sentono le cadute di massi dalle scogliere e sembra un terremoto. La casa trema davvero. Ci preoccupiamo, ma non osiamo uscire di notte, perché non ci sono luci per la strada. Allora teniamo duro fino al mattino e speriamo che tutto vada per il meglio".

"Non si è fatto abbastanza"

Con il clima sempre più caldo e umido in inverno, il terreno argilloso di questa zona diventa più instabile. Il ritmo del cambiamento, secondo gli abitanti del villaggio con cui Euronews parlato, sta accelerando. Ma molti ritengono che il governo locale e nazionale avrebbe potuto fare di più per proteggere le loro case.

Le protezioni costruite dal Comune, infatti, sono crollate, mentre i costi di manutenzione aumentavano. L'autorità locale ha acquistato le case più a rischio, aiutando alcuni abitanti a trasferirsi nell'entroterra. Ma oltre mille persone rimaste ad Happisburgh e si chiedono se l'erosione continuerà ad accelerare.

Quando ci sono piogge molto intense, crolla un pezzo di scogliera e, secondo Lizzy Cane, abitante del paesino, si sarebbe potuto fare di più per proteggere questa comunità, ma molto tempo fa: "Ora è tardi. Quando ci siamo trasferiti qui, 25 anni fa, dicevano: 'Non lasceranno mai andare il faro, non lasceranno mai andare la chiesa. Se Happisburgh scompare, poi toccherà a Wroxham e poi a Norwich'. Ma sembra che non facciano nulla e non so se lo faranno mai".

In totale, in vent'anni, trentaquattro case sono scomparse da questo tratto di costa. Se il cambiamento climatico continuerà a questi ritmi, se non verranno fatti interventi importanti, altre decine di case scompariranno nell'arco di due decenni.