Harry e Meghan, vertice con la famiglia: dalla Regina ok a transizione

harry-meghan

Sembra essersi concluso in maniera positiva l’atteso vertice di Sandringham tra Harry e Meghan e i membri senior della famiglia reale, tra cui la Regina Elisabetta II. La sovrana britannica avrebbe infatti accolto la richiesta dei duchi di Sussex di congedarsi dagli impegni della casa reale per poter gestire la propria vita in maniera indipendente, affermando come sia stato un incontro costruttivo per entrambe le parti. Al vertice hanno inoltre partecipato il fratello di Harry – il principe William – e il padre nonché erede al trono il principe Carlo.

Incontro tra la Regina ed Harry e Meghan

Secondo il comunicato ufficiale rilasciato in serata dalla casa reale, per la coppia inizierà un periodo di transizione che li porterà a dividere il loro tempo tra il Regno Unito e il Canada. Sarà nei prossimi giorni però che verranno decisi i dettagli della futura vita dei duchi di Sussex al di fuori delle logiche di palazzo, come precisato in seguito dalla stessa sovrana: “Queste sono per la mia famiglia questioni complesse da risolvere e c’è ancora del lavoro da fare, ma ho chiesto che nei prossimi giorni si raggiungano delle decisioni finali”.

Nella nota tuttavia, la Regina sottolinea il suo dispiacere nel non poter vedere Harry e Meghan membri reali a tempo pieno, ma allo stesso tempo comprende il desiderio della coppia di vivere la propria indipendenza lontano dagli impegni istituzionali.

Le presunte accuse di razzismo

Nelle ore precedenti il vertice familiare di Sandringham alcuni quotidiani britannici avevano rilasciato indiscrezioni circa una clamorosa intervista che Meghan Markle avrebbe dovuto rilasciare, nella quale accusava direttamente la Regina Elisabetta II di razzismo nei suoi confronti.

Il Daily Telegraph ha infatti ipotizzato il presunto contenuto dell’intervista, il cui Meghan racconterebbe di essere stata costretta ad allontanarsi dalla famiglia reale a causa dell’atteggiamento razzista di Elisabetta. Secondo il quotidiano sarebbe quindi questo il motivo della fuga dal Regno Unito verso il più accogliente Canada, dove i duchi di Sussex avevano peraltro già trascorso le ultime vacanze di Natale evitando di recarsi alla tradizionale riunione di famiglia dei Windsor nella tenuta di Sandringham.