Harry Potter e i doni della morte: l'avete mai notato quel particolare?

·2 minuto per la lettura

Harry Potter e i doni della morte è la prima parte del finale della saga più appassionante di sempre: Harry, giunto all'ultimo anno di scuola, deve affrontare il Male supremo e deve farlo da solo. LEGGI ANCHE: — Harry Potter è esistito davvero: ecco chi era Il film è uscito nel 2009, per la regia di David Yates ed è stato il terzo film della saga in ordine di incasso: in Italia ha tagliato il traguardo dei 900 milioni, mentre nel mondo l'incasso totale è stato di 960.283.305 milioni di dollari. Il film ha ottenuto anche due nomination agli Oscar e, come accaduto anche nei capitoli precedenti, ci sono differenze fra sceneggiatura e romanzo, dovute ad esigenze di sintesi ma anche a scelte precise del regista. Una delle scene più amate è quella del bacio fra Ron ed Hermione, che ha causato non pochi problemi anche ai due stessi attori, Emma Watson e Rupert Grint, ormai diventati amici fraterni sul set.

Harry Potter e i doni della morte cosa c'è appeso al muro

In Harry Potter e i doni della morte c'è un dettaglio che moltissimi fan italiani hanno notato e riportato sui social, già dall'uscita al cinema del film: in una sequenza vediamo Ron, Harry ed Hermione entrare in una tavola calda a Londra e siamo certi che sia gestita da italiani, in particolare milanesi. Come facciamo ad esserne così sicuri? Alle spalle del bancone si vedono diversi dettagli illuminanti: una lavagna con i nomi dei panini scritti in italiano, due panettoni Bauli appoggiati su una mensola e una fila di gagliardetti del Milan appesa al muro. https://twitter.com/MilanNation2020/status/1293870393300836355 Gli italiani a Londra non sono certo una rarità: niente di strano quindi che siano finiti anche in uno dei film più celebri d'Inghilterra!