Harvey Weinstein contro Rose McGowan: la guerra è iniziata

(KIKA) - LOS ANGELES - Dopo mesi di silenzio Harvey Weinstein ha deciso di prendere la parola per rispondere alle accuse di una delle più esposte tra le star che lo hanno accusato di molestie sessuali: Rose McGowan. L’ex produttore ha infatti diffuso un comunicato in cui nega di aver commesso violenza sessuale ai danni dell’attrice e di aver deciso di difendersi dopo aver assistito - si legge nel documento - alle bugie raccontate da Rose McGowan per pubblicizzare il suo ultimo libro, Brave.

L’avvocato di Weinstein Ben Brafman ha così precisato: “È impossibile rimanere in silenzio mentre la signorina Rose Mcgowan cerca di infangare il signor Weinstein con una grande bugia, negata non solo da Weinstein stesso, ma anche da due testimoni come la manager di quel tempo, al quale aveva raccontato l’accaduto nel 1997 come atto consensuale che ora descrive come stupro, e l’attore Ben Affleck, al quale la signorina ha detto di aver raccontato l’accaduto il giorno dopo il suo avvenimento”.

Nel comunicato ci sono poi diverse citazioni dei due testimoni. Ben Affleck, che stato accusato di essere a conoscenza dei comportamenti di Weinstein, avrebbe mandato una mail lo scorso luglio al suo ex produttore in cui precisava di non aver mai ricevuto confessioni da Rose McGowan nel lontano 1997 e di non sapere nulla sulla violenza.

La produttrice Jill Messick invece, sempre secondo Weinstein, aveva ascoltato il racconto della Gowan dieci anni fa, la quale aveva descritto come consensuale il rapporto avvenuto nella vasca da bagno del produttore nella sua stanza di hotel. “ “È stata molto chiara nel descrivere l’ingresso nella vasca come qualcosa che aveva fatto consensualmente ma che col senno di poi era qualcosa di cui si era pentita”, avrebbe confermato la Messick.

Rose McGowan ha reagito con violenza su Twitter a queste parole, ma dalle dichiarazioni di innocenza che il produttore americano ha pubblicato, respingendo ogni accusa e affermando di possedere delle testimonianze per provarlo nelle sedi opportune, è ormai chiaro che questa guerra è appena iniziata.