Helbiz, tonfo in Borsa (-30%) dopo boom debutto

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 17 ago. (askanews) - Dopo la quotazione al Nasdaq di venerdì scorso, chiusa con un balzo del 60%, Helbiz ritraccia e cede oltre il 30% a 7,5 dollari. Intanto la società di micromobilità fondata e gestita da Salvatore Palella, ha presentato il prototipo di Helbiz One, il monopattino elettrico destinato alla vendita e prodotto in Italia in collaborazione con Pininfarina e MT Distribution, azienda italiana della Motor Valley.

Helbiz One sarà disponibile sul mercato nel corso del 2022, con una previsione di circa 60 mila unità nel primo anno. Tra le sue caratteristiche tecniche spiccano: peso di circa 15kg, ammortizzatori anteriore e posteriore, luce posteriore a led, indicatori di direzione luminosi integrati, display a led, sistema bluetooth e app per smartphone dedicata. Il monopattino è opzionabile sul sito con una first edition che include in omaggio l'assicurazione.

"Stiamo crescendo in modo solido e questo, inoltre, ci permette di essere alla continua ricerca di talenti e generare nuovi posti di lavoro. Helbiz è la prima società di micro-mobilità sharing ad avviare lo sviluppo in Italia e siamo fieri di questo", Emanuele Liatti, Chief Product Officer di Helbiz.

Grazie allo sbarco in borsa avvenuto attraverso una fusione con la Spac quotata GreenVision, Helbiz, attiva in 35 città del mondo con 300 dipendenti, ha raccolto 29,5 milioni di dollari e punta a crescere in Europa e negli Stati Uniti. In Italia Helbiz ha rilevato la società di sharing di scooter elettrici MiMoto ed è leader di mercato con quota del 26%. Oltre alla micromobilità Helbiz è attiva anche nel food delivery con Helbiz Kitchen e nello streaming di contenuti con Helbiz Media, la cui offerta comprende le partite di calcio di Serie B per le prossime tre stagioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli