Hierro è il nuovo ct della Spagna: ufficiale il dopo-Lopetegui

Poco dopo lo shock dell'esonero di Julen Lopetegui , la Spagna ha già un nuovo commissario tecnico: Fernando Hierro è infatti ufficialmente il successore dell'ormai selezionatore e guiderà la Roja nell'imminente Mondiale russo al via domani.

Hierro dirigerà il primo allenamento nella giornata odierna e venerdì debutterà a Sochi contro il Portogallo , big match del girone: "In due giorni non possiamo modificare quanto fatto in due anni di lavoro, dobbiamo essere intelligenti e coerenti. Non abbiamo molto margine di cambiamento" le parole del nuovo ct nella conferenza stampa di presentazione.

Il ct della Spagna è carico per questa nuova avventura: "Ho detto ai giocatori che posso guardare tutti negli occhi. Il team è entusiasta, abbiamo una grande opportunità. Serve tenere la stessa attenzione di quando siamo arrivati in Russia, gli ultimi due giorni non devono essere una giustificazione".

"Sbagliamo se pensiamo al passato e non al futuro. Dobbiamo essere positivi, coraggiosi, fare un passo avanti. Abbiamo una squadra eccellente, una base eccellente in Russia e non abbiamo dimenticato di gareggiare, la priorità è concentrarsi sulla parte sportiva. Conferma dopo il Mondiale? Il mio lavoro è pensare al Portogallo, al Mondiale".

Il 50enne spagnolo faceva già parte della Nazionale Spagnola partita per il Mondiale, ma con la carica di direttore tecnico: prima di ricoprire tale ruolo aveva allenato l'Oviedo, mentre nel 2014/2015 era stato assistente di Carlo Ancelotti proprio al Real Madrid, squadra nella quale ha militato dal 1989 al 2003.

Hierro Spagna PS

Hierro è stato uno dei simboli della Spagna negli anni '90, una Nazionale con grande potenzialità che non era mai riuscita a farsi valere nei tornei importanti: 89 presenze con la Roja, con ben 29 reti tra il 1995 e il 2002, anno in cui ha detto addio alla rappresentativa al termine del Mondiale nippo-coreano.

Il Mondiale russo sarà dunque il suo terzo torneo, dopo essere stato convocato come giocatore nel 1998 e nel 2002: a lui il compito di ricompattare lo spogliatoio, decisamente deluso dopo l'addio a Lopetegui. Commissario tecnico per cui Sergio Ramos e soci si erano esposti chiedendo una sua conferma per la manifestazione russa.

Hierro si giocherà la riconferma per provare a guidare la Spagna all'Europeo 2020: solo un successo a Mosca potrebbe mantenere il classe 1968 sulla panchina della Roja. In caso di fallimento nuovo toto-commissario tecnico: in lizza anche Zinedine Zidane.