Higuain in lutto: la madre Nancy si è spenta a 64 anni

·2 minuto per la lettura
higuain lutto
higuain lutto

Gonzalo Higuain sta vivendo un lutto terribile: sua madre Nancy Zacarias è morta a soli 64 anni. La donna, stando a quanto hanno più volte dichiarato i tre figli, aveva un terribile cancro contro cui stava lottando da anni.

Gonzalo Higuain in lutto

Lutto per Gonzalo Higuain. L’ex attaccante di Juventus, Milan e Napoli ha perso la mamma Nancy Zacarias. La donna aveva soltanto 64 anni e, dal 2016, stava combattendo contro un terribile cancro.

La notizia della sua malattia era circolata quando il calciatore era impegnato nella Copa América Centenario. In seguito, precisamente a marzo 2020, era stata confermata dal permesso speciale che aveva ottenuto dalla Juventus. Gonzalo, infatti, aveva lasciato l’Italia con un volo privato per raggiungere Nancy in Argentina. Le condizioni della donna erano precipitate e il club bianco nero gli aveva concesso di tornare in patria per starle vicino.

Gonzalo Higuain in lutto: chi era Nancy

Nancy era un’artista e pittrice argentina di origini palestinesi, che in patria godeva di un certo successo. Prima di contrarre la malattia la signora Zacarias era spesso tornata in Italia per seguire il figlio da vicino. La 64enne è stata molto importante anche nella carriera calcistica del Pipita. Quest’ultimo, qualche anno, fa aveva rivelato come fosse stata lei a farlo desistere dall’idea di ritirarsi a causa delle troppe pressioni e delle tante critiche ricevute.

Gonzalo Higuain in lutto: la famiglia unita nel dolore

Al momento, Higuain non ha ancora commentato la notizia. Sappiamo, però, che Gonzalo e il fratello Federico, entrambi in forza alla squadra di Beckham in MLS negli Stati Uniti, si sono precipitati al capezzale della madre appena hanno saputo del peggioramento delle sue condizioni.

Il terzo fratello Nicolas, agente degli altri due Higuain, qualche tempo fa aveva spiegato: “Nostra madre combatte contro un cancro da molti anni e non fermerà la sua battaglia contro la malattia, chiediamo un po’ di rispetto e considerazione“.