Hiv, la testimonianza di una16enne sieropositiva

hiv

In questa intervista rilasciata sulle pagine dell’Espresso, una 16enne racconta della scoperta della sua positività all’Hiv, dopo aver fatto esami di routine prima di un intervento. E così commenta: “Nemmeno sapevo cosa fosse”.

Hiv, 16enne racconta la sua storia

Sulle pagine de L’Espresso viene riportata la testimonianza di uan 16enne positiva all’Hiv. La ragazza per motivi di privacy ovviamente è rimasta anonima, e ha voluto raccontare la sua storia, di come ha scoperto la sua sieropositività, con frasi che di certo fanno riflettere.

La ragazza ha scoperto la sua malattia quasi per caso. Sul calendario aveva fissato la data di un’operazione che poi però sarebbe slittata di tre mesi. Nel frattempo però una complicazione rischia di ucciderla e quindi si reca in ospedale per degli accertamenti clinici. Ed è qui che gli esami rilevano l’HIV: “Io non sapevo neanche cosa fosse questo virus dell’Hiv, mi è piombato tutto addosso“, queste sono le prime parole dette dalla ragazza al suo interlucore.

Più informazione per i giovani

Siamo una generazione poco preparata, ci sono molti adolescenti che non sanno bene neanche come si usa un profilattico-prosegue nel suo racconto intriso di rabbia e stupore la16enne- in molti pensano che l’Hiv non esista più, cioè sai che esiste, ma che è una cosa così».

La sua vita rimane comunque tranquilla, ma non nasconde le difficoltà, soprattutto quando deve interfacciarsi con i suoi coetanei e amici “Con le amiche non parlo di queste cose. Nessuno sa la mia storia. È una cosa che ti porti dietro tutta la vita, ti rimane dentro. Ne posso parlare in famiglia. In famiglia e basta“. Con un impeto di coraggio però invita tutti alla prevenzione: «I ragazzi devono sapere a cosa vanno incontro, ai rischi che si corrono facendo sesso».