"Ho vinto il concorso da preside, ma torno a fare la prof. Il lockdown mi ha fatto riflettere"

Ilaria Betti
·1 minuto per la lettura
(Photo: skynesher via Getty Images)
(Photo: skynesher via Getty Images)

Aveva vinto il concorso da preside ma ha scelto di tornare a fare la prof. Elisa Casale Alloa ha spiegato la sua “scelta di vita” a La Stampa, sottolineando di averla maturata durante il periodo della didattica a distanza. Troppo difficile conciliare lavoro e vita privata, soprattutto con due figlie di 5 e 7 anni.

«Ho avuto paura di trovarmi, tra una decina di anni, con le bimbe cresciute senza avere avuto la possibilità di conoscerle ed essere stata per loro una base sicura, di vedere sgretolati i tanti progetti come coppia e famiglia».

A stravolgere gli equilibri e i ritmi di lavoro, l’emergenza sanitaria, che “ha minato anche il diritto a ‘disconnettersi’ dal lavoro, almeno il fine settimana o nel periodo delle ferie.

Le condizioni di lavoro hanno comportato anche «un senso di progressiva solitudine e un carico di responsabilità sempre maggiore, generatore di ansia», portandola a «riflettere sul futuro professionale e di vita personale». E tra il ruolo più amministrativo di preside (peraltro confermato) e quello più educativo di insegnante e madre, la Casale Alloa ha scelto il secondo: «Torno a insegnare con un grado maggiore di consapevolezza e più entusiasmo. Auguro a tutti un buon anno scolastico, sperando che sia fatto di presenza, vicinanza emotiva, sguardi, sorrisi e progetti costruiti insieme».

Leggi anche...

"Questa è una generazione sfortunata. Non si impara assimilando nozioni, ma vivendo gomito a gomito"

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.