Hong Kong, almeno 30 arresti per violazione nuova legge sicurezza

Coa

Roma, 1 lug. (askanews) - Decine di persone sono state arrestate oggi a Hong Kong durante una manifestazione organizzata per celebrare i 23 anni della fine del colonialismo britannico, in base alla nuova legge sulla sicurezza nazionale entrata in vigore ieri. Tra le persone fermate dalla polizia, che ha utilizzato spray al peperoncino per disperdere la folla, figura anche un attivista che ha mostrato una bandiera per l'indipendenza della citt semiautonoma, "in violazione della legge sulla sicurezza nazionale", ha scritto in un tweet il dipartimento di polizia locale. La stessa fonte ha precisato che si trattato del primo arresto dopo l'entrata in vigore della legge.

Secondo quanto si legge sulla Bbc, la polizia ha affrontato un piccolo gruppo di manifestanti riuniti in centro citt e almeno 30 persone sono state arrestate per "assemblea illegale, violazione della legge sulla sicurezza, ostruzionismo nei confronti della polizia e possesso di armi".

Poche ore prima, il capo del governo di Hog Kong, Carrie Lam, aveva affermato che la nuova legge "avrebbe ripristinato la stabilit" nell'ex colonia britannica dopo le diffuse proteste del 2019. "E' considerata lo sviluppo pi importante nelle relazioni tra il governo centrale e Hong Kong dal giorno della restituzione" della citt alla Cina da parte del Regno Unito, nel 1997, aveva aggiunto.(Segue)