Hong Kong, Amnesty: ora indagine su violenze polizia -3-

Red/Bea

Roma, 4 set. (askanews) - "I problemi della legge sull'estradizione erano chiari sin dall'inizio e il governo avrebbe dovuto ritirarla mesi fa. Invece ha scelto di sfidare le proteste coi proiettili di gomma e i gas lacrimogeni, esasperando la tensione e dando vita a mesi di rivolta. L'annuncio di oggi è un piccolo passo avanti nella giusta direzione, ma ci vorrà molto di più per mostrare al mondo che le autorità di Hong Kong sono davvero intenzionate a rispettare i diritti umani e inviare alla popolazione il messaggio che quei diritti potrà ancora esercitarli a prescindere dagli orientamenti politici".