Hong Kong, ancora scontri e violenze tra dimostranti e polizia -3-

Red/Bla/Mos

Roma, 1 set. (askanews) - Pechino, attraverso la televisione pubblica CCTV, ha accusato i manifestanti di essere "rivoltosi radicali". Da settimane il refrain cinese è che "chi gioca sul fuoco, si scotta". Inoltre, le autorità centrali hanno accusato agenti stranieri, in particolare gli Stati uniti, di soffiare sul fuoco della protesta per provocare una "rivoluzione colorata".