Hong Kong, Bonfrisco (Lega): vittoria democratici a elezioni monito per Pechino

Pol/Luc

Roma, 25 nov. (askanews) - "L'affluenza record del 71% degli aventi diritto e la vittoria schiacciante delle forze democratiche a Hong Kong sono un messaggio chiaro a Pechino e alla Comunità internazionale: il popolo vuole la democrazia". E' quanto dichiara l'eurodeputata della Lega Anna Bonfrisco (Identità e Democrazia), membro della commissione Esteri, a proposito delle elezioni per il rinnovo dei consigli distrettuali di Hong Kong.

"Dopo aver manifestato per sei mesi, i cittadini lo hanno certificato con il loro voto e tutti, a partire dall'Unione europea, che sul principio della democrazia è stata fondata, dovrebbero mostrare il massimo sostegno. Ma così non è. Il Governo italiano, ad esempio, non ha ancora speso una parola sulla protesta dei cittadini di Hong Kong contro la dittatura cinese. Per questo - sottolinea Bonfrisco - riteniamo inquietante che Beppe Grillo, che non è solo un comico ma è anche il garante del Movimento 5 Stelle, incontri due volte in ventiquattr'ore l'ambasciatore cinese in Italia e non ne renda note le motivazioni. Non so cosa si siano detti in questi lunghi incontri, ma quanto sta venendo alla luce è molto preoccupante. Gli italiani devono sapere cosa sta succedendo".

Dopo queste elezioni, conclude l'esponente leghista, "Pechino non può continuare a ignorare la volontà del popolo. A Hong Kong le uniche elezioni a livello di governo completamente a suffragio universale sono quelle per le circoscrizioni cittadine. Sono elezioni che solitamente non contano molto, ma questa volta il loro risultato potrebbe passare alla storia".