Hong Kong, botta e risposta Cina-Usa: "Criminali", "gangster" -2-

Sim

Roma, 9 ago. (askanews) - Una dichiarazione denunciata oggi prima dal portavoce dell'ufficio del commissario Esteri di Hong Kong come una "palese calunnia contro la Cina" che "evidenzia di nuovo la logica da gangster degli Stati Uniti", quindi da un portavoce del ministero degli Esteri cinese, secondo cui Ortagus "dovrebbe riflettere prima sulle proprie parole e azioni e non dovrebbe usare le notizie di stampa per attaccare o incolpare i governi di altri paesi".

"Gli Stati Uniti sono intervenuti spesso nelle vicende di Hong Kong, e questo porterà inevitabilmente a una forte opposizione e indignazione del popolo cinese, tra cui i connazionali di Hong Kong", ha detto oggi Hua Chunying, citato dall'agenzia di stampa Xinhua. (Segue)