Hong Kong, Cina: Usa "smettano di intromettersi"

Sim

Roma, 8 ago. (askanews) - La Cina ha bollato un incontro tra un diplomatico americano e un attivista di Hong Kong come la prova dell'ingerenza straniera nelle proteste in atto da nove settimane nell'ex colonia britannica, chiedendo a Washington di "smettere di intromettersi".

L'incontro tra Julie Eadeh, capo del dipartimento politico del consolato americano a Hong Kong, e l'attivista Joshua Wong, detenuto per un breve periodo per il ruolo avuto nelle precedenti proteste del 2014, è stato reso noto dal quotidiano locale filocinese Wen Wei Poi, con annessa fotografia. (Segue)