Hong Kong, la rivolta degli M&M’s: arrestati attivisti

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 set. (askanews) - La polizia di Hong Kong ha arrestato oggi tre attivisti con l'accusa di aver incitato alla sovversione per aver distribuito confetti al cioccolato M&M's ai detenuti. Lo scrive il Nikkei Asia.

Il sovrintendente della polizia Steve Li ha affermato che i tre tentavano di formentare la "rivoluzione controi governi di Hong Kong e Cina". Il funzionario della polizia ha parlato dopo che gli agenti hanno fatto irruzione in un magazzino dove hanno sequestrato 40 cartoni di M&M's, di cracker e di altri prodotti alimentari.

L'accusa contro gli attivisti è che avrebbero consentito ai detenuti - solitamente sottoposti a una controllata disciplina alimentare - di accumulare cioccolato e altri beni di conforto per "tentare di stabilire una certa influenza in prigione e per minacciare la sicurezza nazionale".

Gli arrestati sono due uomini e una donna, tutti tra i 18 e i 20 anni, affiliati a un gruppo chiamato Student Politicism.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli