Hong Kong, Lam: bisogna tutelare modello "un Paese, due sistemi" -2-

Mos

Roma, 16 gen. (askanews) - Inoltre, la vittoria schiacciante alle elezioni a Taiwan della leader indipendentista Tsai Ing-wen, che subito dopo ha attaccato Pechino dicendo che dovrà prendere atto del fatto che la Repubblica di Cina-Taiwan è già una realtà indipendente. Questo fatto mette in discussione il principio dell'"unica Cina" e quello di "un Paese, due sistemi", che Pechino applica già, oltre che a Hong Kong, anche a Macao.

"Voglio dire ai giovani, che sono nati dopo il passaggio (dalla Gran Bretagna alla Cina) e che non possono apprezzare il principio 'un paese, due sistemi'...di non creare danno a questo modello per un'incomprensione", ha affermato la numero uno dell'amminsitrazione di Hong Kong. "Altrimenti - ha proseguito - creeranno la situazione che oggi li preoccupa".

Il riferimento temporale, che è stato fatto nelle domande a Lam, non è casuale. Quando nel 1997 il Regno unito riconsegnò Hong Kong alla Cina, lo fece previa garanzia - iscritta nell'Articolo 5 della Basic Law (la minicostituzione di Hong Kong) - che per 50 anni, appunto fino al 2047, sarebbe stato mantenuto il sistema capitalistico.