Hong Kong, Lam: non ho mai offerto le mie dimissioni a Pechino

Roma, 3 set. (askanews) - Dopo l'ennesimo sabato di protesta ad Hong Kong, la leader Carrie Lam ha detto di non aver mai offerto le proprie dimissioni al governo di Pechino, facendo chiarezza dopo la diffusione di una registrazione audio in cui si sente la stessa Lam affermare che se potesse lasciare lo farebbe.

"Fin dall'inizio ad ora io non ho mai e poi mai offerto le mie dimissioni al governo centrale - ha detto Lam parlando in conferenza stampa - e non ho mai contemplato di discutere di questo con il governo. La scelta di lasciare sarebbe solo mia. Ma se volete interpretare così, perché in privato mi sono lasciata andare a un pensiero vista la difficoltà della situazione, fate pure, sarebbe una scelta facile dare le dimissioni ma io mi sono detta più volte negli ultimi tre mesi che io e il mio team dobbiamo restare per aiutare Hong Kong".

Da mesi vanno avanti le proteste antigovernative, nate contro la contestata legge sull'estradizione poi ritirata e continuate per chiedere più democrazia, e in molti hanno chiesto a Lam di dimettersi. Il capo dell'esecutivo dell'ex colonia britannica non ha messo in discussione l'autenticità dell'audio ma ha di fatto smentito le indiscrezioni e il clima resta quindi di tensione.