Hong Kong, manifestanti in piazza, polizia spara lacrimogeni

Voz

Roma, 28 lug. (askanews) - Migliaia di manifestanti sono di nuovo in piazza a Hong Kong, molti portando e riparandosi sotto grandi ombrelli dalla pioggia che a tratti spazza le vie cittadine (ma in questo modo anche riparandosi dalle telecamere di sicurezza), all'indomani dei nuovi duri scontri con la polizia locale. Alcuni stanno allestendo barricate improvvisate utilizzando barriere mobili e occupando strade della metropoli, secondo diverse dirette video che vengono trasmesse da profili social legati ai manifestanti. La tensione sembra risalire e secondo la Bbc dai reparti schierati sono stati lanciati alcuni lacrimogeni.

Le manifestazioni si svolgono sul filo di lana: secondo alcune ricostruzioni la polizia avrebbe autorizzato il raduno in piazza ma non una marcia di protesta in corteo. Molti manifestanti hanno però sfilato per le vie cittadine. La polizia si è schierata attorno all'ufficio di collegamento con Pechino e fronteggia alcuni manifestanti che mostrano gli ombrelli come fossero scudi.

Il segretario finanziario dell'ex protettorato britannico, Paul Chan Mo-po ha messo in guardia dai danni economici causate da proteste che ormai durano da oltre un mese e mezzo. Se dovessero proseguire "l'occupazione e il sostentamento di ognuno di noi finiranno a rischio", ha avvertito.