Hong Kong mette in guardia Usa da tentativi ingerenze in crisi

Dmo

Roma, 10 set. (askanews) - Il capo dell'esecutivo di Hong Kong Carrie Lam ha messo in guardia gli Stati Uniti da qualsiasi tentativo di ingerenza nella gestione della crisi in corso nell'ex colonia britannica, dopo che i manifestanti pro-democrazia hanno esortato Washington a aumentare la pressione su Pechino.

Da tre mesi Hong Kong è teatro delle manifestazioni e della dura repressione da parte delle forze dell'ordine, una sollevazione senza precedenti. Domenica una folla compatta si è riunita davanti al consolato Usa a Hong Kong per chiedere al Congresso americano di adottare un progetto di legge che sostenga il movimento pro-democrazia.

(Segue)