Hong Kong, per Cina dimostranti sono "rivoltosi radicali"

Mos

Roma, 31 ago. (askanews) - La televisione di stato cinese CCTV ha definito i dimostranti di Hong Kong, che si sono scontrati oggi con la polizia nel tredicesimo weekend di proteste, "rivoltosi radicali".

"I rivoltosi radicali hanno ignoranto gli avvertimenti della polizia e lo stato di diritto, e hanno apertamente offeso l'integrità e la dignità nazionale, e la garanzia di 'un paese, due sistemi'", ha detto la conduttrice Ouyang Xiadan. "Quelli che giocano col fuoco - ha proseguito - si scottano".

I dimostranti protestano contro la legge per l'estradizione, che l'amministrazione di Hong Kong avrebbe voluto approvare per consentire il trasferimento di detenuti verso la Cina ma poi ha sospeso, e per la democrazia.

Pechino, dal canto suo, sostiene che i manifestanti siano in qualche modo aizzati dall'estero, in particolare dagli Stati uniti.