Hong Kong, per prima volta in 33 anni niente messa strage Tiananmen

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 mag. (askanews) - Per la prima volta in 33 anni, a Hong Kong non si terrà una messa per commemorare le vittime della repressione di piazza Tiananmen del 1989 a Hong Kong, ultimo bastione di memoria per ricordare gli eventi che sconvolsero il mondo. Lo spiega l'agenzia di stampa France Presse.

"Abbiamo ritenuto sia difficilissimo nell'attuale atmosfera sociale", ha spiegato il reverendo Martin Ip, cappellano della Federazione degli studenti cattolici di Hong Kong, nello spiegare come mai - con altre organizzazioni - non si sia riusciti a organizzare l'evento. "Il nostro punto di non ritorno- ha continuato - è che non vogliamo violare alcuna legge di Hong Kong.

Il riferimento, in particolare, è alla Legge sullla sicurezza nazionale imposta da Pechino dal 2020 per fermare le manifestazioni pro-democrazia, tra le quali le veglie e le fiaccolate in ricordo di Tiananmen erano eventi consolidati.

Le annuali messe cattoliche di Hong Kong erano sostanzialmente l'unico evento rimasto per ricordare la repressione del 4 giugno 1989, quando l'Esercito di liberazione del popolo represse le manifestazioni pacifiche facendo un numero imprecisato di vittime.

La gran parte delle organizzazioni che, per anni, hanno commemorato Tiananmen, favoriti dalla relativa libertà che si godeva a Hong Kong in base al sistema "un paese-due sistemi" sono state messe fuori legge e i loro leader arrestati.

Nelle università sono state eliminate le statue che ricordavano il massacro, compreso il "Pilastro della vergogna" dell'artista danese Jens Galschiotm che si trovava presso l'Università di Hong Kong.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli