A Hong Kong pro-democrazia esclusi da elezioni, anche Joshua Wong

A Hong Kong pro-democrazia esclusi da elezioni, anche Joshua Wong

Milano, 30 lug. (askanews) – Numerosi attivisti pro-demcrazia di Hong Kong, tra cui il leader del movimento degli studenti Joshua Wong, sono stati esclusi dalle liste elettorali per il voto legislativo di settembre.

Le candidature invalidate sono dodici: oltre a Wong, che nel 2014 guidò la protesta degli studenti, ma tra gli esclusi ci sono anche rappresentati dei partiti pro-democrazia tradzionali e giovani attivisti. Su Twitter Wong ha accusato il governo di Pechino di dimostrare “totale indifferenza verso la volontà” dei cittadini di Hong Kong e di aver travolto “l’ultimo pilastro dell’autonomia della città”. Gli esclusi hanno parlato alla stampa:

“Penso che oggi stiamo assistendo ai risultati dell’oppressione implacabile a cui questo regime ha dato il via, non solo per eliminare diritti e libertà fondamentali un tempo goduti dal popolo di Hong Kong, ma per trasmettere paura e oppressione nie nostri cuori”, ha detti Dennis Kwok.

Le elezioni previste il 6 settembre sono comunque a rischio: il governo potrebbe decidere di rinviare la consultazione fino al prossimo anno a causa del coronavirus.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.