Hong Kong, protesta e maschere: decine di arresti

webinfo@adnkronos.com

Ancora arresti in tre diversi distretti di Hong Kong. La polizia antisommossa è intervenuta mentre centinaia di manifestanti si sono riuniti per contestare il recente divieto di indossare maschere alle dimostrazioni e hanno ignorato la richiesta della polizia di non aderire ad eventi non autorizzati.  

Nel distretto di Mong Kok, i manifestanti hanno bloccato il traffico costruendo grate di lunghe canne di bambù lungo le strade principali. Nei centri commerciali di tutto il territorio, centinaia di persone si sono riunite per manifestare intonando il canto di protesta 'Glory to Hong Kong' e scandendo lo slogan 'Gli abitanti di Hong Kong resistono'. Una manciata di manifestanti ha vandalizzato i negozi 'vicini' a Pechino nel centro commerciale Taikoo, mentre centinaia di persone manifestavano pacificamente in altre zone del centro. 

Tra i manifestanti finiti in manette giovani vestiti in abiti neri, scesi in piazza per partecipare ai raduni di "lutto" e contestazione contro il divieto di indossare maschere durante le manifestazioni di protesta.