Hong Kong, trionfa fronte anti governativo

webinfo@adnkronos.com

La schiacciante vittoria ottenuta dal fronte anti governativo nelle elezioni per il rinnovo dei consigli distrettuali di Hong Kong sembra "riflettere la disaffezione della gente per l'attuale situazione e i profondi problemi della società". Così la leader Carrie Lam ha commentato il risultato elettorale, che ha visto i candidati pro democrazia vincere in tutti i 18 distretti della città. Il governo, ha detto Lam, ascolterà "con umiltà" e "rifletterà seriamente" sul risultato del voto. 

"Qualunque cosa accada, Hong Kong fa sempre parte della Cina e ogni tentativo di creare caos o mettere a repentaglio prosperità e stabilità non avrà successo". Così il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, ha commentato l'esito del voto. 

Tokio sottolinea "l'importanza di una Hong Kong libera ed aperta che prosperi nel quadro del 'principio un paese due sistemi": incontrando nella capitale giapponese il ministro degli Esteri, il premier nipponico Shinzo Abe ha rilevato come "Hong Kong sia un partner estremamente importante con cui abbiamo relazioni economiche strette e scambi personali". A riferirlo il portavoce del governo di Tokio, Yoshihide Suga. 

Parole analoghe arrivano da Taipei: "Chiediamo a Pechino ed al governo di Hong Kong di accettare la volontà popolare e mettere in pratica le importanti promesse fatte su libertà e democrazia a Hong Kong", si legge in una dichiarazione del portavoce dell'ufficio presidenziale di Taiwan, Ting Yun-kung.