Honk Kong, Joshua Wong a Di Maio: non esistono pranzi gratis

Orm

Roma, 28 nov. (askanews) - Honk Kong può essere di esempio all'Italia, che deve fare attenzione e non dipendere troppo dalle questioni economiche e soprattutto dalla Belt and Road Inititative, il faraonico progetto per le nuove Vie della Seta promosso da Pechino: questo il monito lanciato da Joshua Wong durante un collegamento Skype con una conferenza stampa al Senato organizzata da Fratelli d'Italia e dal partito Radicale.

Il leader delle contestazioni a Hong Kong ha voluto inviare "un chiaro messaggio al ministro degli Esteri Luigi di Maio: non esistono al mondo pranzi gratis".

Joshua Wong ha lanciato anche un appello all'Ue e all'Italia in particolare affinchè "vengano rivisti i legami economici con un regime così brutale come quello cinese".