“Hotel Sarajevo”, una guerra di 30 anni fa che racconta l’oggi

featured 1614297
featured 1614297

Roma, 28 mag. (askanews) – Racconta una guerra terribile di 30 anni fa ma parla molto di oggi “Hotel Sarajevo”, in onda il 29 maggio su Rai 1 in seconda serata. Il film documentario di Barbara Cupisti ci riporta nell’hotel Holiday Inn che divenne la casa di stranieri e troupe televisive durante il più lungo assedio della storia. Nel film, attraverso tre protagonisti di età diverse, si ripercorrono alcune vicende del conflitto nella ex-Jugoslavia. E man mano si scopre quali siano oggi le conseguenze di quella guerra avvenuta nel cuore dell’Europa.

Dentro e fuori il celebre hotel, in giro per la città, seguiamo Boba, che nei primi anni ’90 era una giovane traduttrice e fixer per i giornalisti stranieri, Zoran che allora era un bambino e oggi è un fumettista che vuole raccontare la sua città 30 anni dopo, Belmina, che durante la guerra non era nata e ora è manager dell’hotel.

I primi due ripercorrono la propria memoria in occasione del trentennale dell’assedio e svelano, allo stesso tempo, i fragili equilibri etnici e confessionali della Bosnia Erzegovina di oggi. Zoran all’epoca riuscì a scappare all’estero con la sua famiglia, come tanti bambini sono oggi fuggiti oggi dall’Ucraina. E nel film il fumettista ricorda: “Tutti dicevano che la guerra non ci sarebbe stata. E se anche ci fosse stata non sarebbe mai arrivata a Sarajevo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli