Hrw: Israele responsabile di apartheid e persecuzione palestinesi

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 apr. (askanews) - Israele deve essere considerato responsabile dei crimini di apartheid e persecuzione e il suo governo attua una politica generale per "mantenere il dominio degli ebrei israeliani sui palestinesi". E' questa l'accusa rivolta allo Stato ebraico da Human Rights Watch, in un rapporto pubblicato oggi in cui si spiega che "la soglia" è stata superata dopo decenni di avvertimenti sun una possibiel condizione di apartheid ai danni della popolazione palestinese.

"Questa è la scoperta più netta che Human Rights Watch abbia fatto sulla condotta israeliana negli ultimi 30 anni, durante i quali abbiamo documentato gli abusi sul campo", ha detto Omar Shakir, direttore del gruppo per Israele e Palestina. Shakir ha detto che prima d'ora la sua organizzazione non aveva mai accusato direttamente i funzionari israeliani di crimini contro l'umanità.

Il rapporto si è basato su anni di documentazione sui diritti umani, su analisi delle leggi israeliane, su una revisione dei documenti di pianificazione del governo e su dichiarazioni di funzionari. Human Rights Watch ha confrontato le politiche e le pratiche nei confronti di quasi 7 milioni di palestinesi nei territori occupati e all'interno di Israele con quelle riguardanti all'incirca lo stesso numero di ebrei israeliani che vivono nelle stesse aree.

L'oraanizzazione ha concluso che esiste una "realtà odierna di un'unica autorità, il governo israeliano ... che privilegia metodologicamente gli ebrei israeliani mentre reprime i palestinesi, in modo più severo nei territori occupati".

Human Rights Watch ha affermato che all'interno di Israele - dove circa un quinto dei 9 milioni di cittadini sono palestinesi - e nei territori occupati, le autorità hanno cercato di massimizzare la terra disponibile per le comunità ebraiche e concentrare la maggior parte dei palestinesi in densi centri abitati.

Il ministero degli Esteri israeliano ha respinto con forza i risultati del rapporto ed ha accusato Human Rights Watch di un "programma anti-israeliano di lunga data". Seocndo la diplomazia israeliana, il documento di Human Rights Watch rappresenta un "opuscolo di propaganda" che "non ha alcun collegamento con i fatti o la realtà sul campo". "Le affermazioni immaginarie che HRW ha inventato sono sia assurde che false", ha aggiunto il ministero.