Huawei, direttrice finanziaria accusata di "frode" dagli Usa

Sim

Vancouver, 7 dic. (askanews) - La direttrice finanziaria del colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei, Meng Wanzhou, arrestata due giorni fa in Canada, è stata accusata di "frode" dagli Stati uniti, per aver mentito alle banche sul ricorso a una filiale dell'azienda per avere accesso al mercato iraniano, in violazione delle sanzioni. E' quanto si è appreso nell'udienza di comparizione a Vancouver.

Meng Wanzhou è accusata di "cospirazione al fine di frodare diverse istituzioni finanziarie" e, se venisse riconosciuta colpevole, rischia una pena di oltre 30 anni di carcere, ha detto un avvocato del governo canadese, che ha chiesto alla corte di respingere la richiesta di libertà su cauzione.

(fonte Afp)